Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

5 consigli per risparmiare sull’energia

5 consigli per risparmiare sull’energia

 
La gran parte dei costi energetici di una casa è riconducibile al riscaldamento e al raffrescamento.
Proprio per questo monitorare e ottimizzare questi aspetti permette – sia in termini economici, sia per quanto concerne la qualità della vita - di ottimizzare l’efficienza della propria casa.
Fai questo check up e scegli poi quale potrebbe essere la soluzione migliore di riscaldamento e raffrescamento se sei in procinto di ristrutturare o se stai acquistando casa e cerchi una “marcia energetica” in più!

1. Raggiungi la temperatura ideale

a. La temperatura ideale di un ambiente è di circa 20°C, con differenze ±1 °C.
b. Cercare di mantenere costante questo aspetto e regolarlo in base alle parti della casa dove si trascorre più tempo e in funzione della destinazione d’uso dell’ambiente, permette di riscontrare con immediatezza grandi vantaggi e risparmi.
c. Il nostro consiglio: con un sistema radiante, puoi scegliere e raggiungere la temperatura ideale in ogni ambiente. Il sistema radiante consente una temperatura di esercizio della caldaia in media tra i 30 e i 35°C. Questo crea una notevole differenza in fatto di consumi rispetto ad un riscaldamento a radiatori, che lavora tra i 50 e i 70°C.
Inoltre un dispositivo come LOEX Xsmart Room permette di gestire con comodità la temperatura di ogni singola stanza per soluzioni ancora più personalizzate.

2. Ottimizza i processi di riscaldamento


a. Il rischio durante il riscaldamento o raffrescamento è di creare correnti d’aria in tutte le zone della casa. Questo farà sì che si tenterà di modificare la temperatura per avere una diversa percezione, senza tuttavia una esigenza reale.
Inoltre una grande oscillazione tra alte e basse temperature durante le 24 h, equivale a un aumento evidente in termini di richiesta di energia. Le oscillazioni (notte/giorno) infatti fanno sì che si debba consumare molta energia per tornare alla temperatura desiderata dopo un periodo in cui i radiatori restano spenti.
b. Il nostro consiglio: il sistema radiante grazie all’assenza di stratificazione e all’assenza di movimento dell’aria permette di ottenere il comfort a temperature più basse.
Con un sistema radiante infatti si beneficia anche dell’effetto radiante (temperatura operativa) che permette proprio di tenere l’aria ad una temperatura più bassa ottenendo lo stesso comfort.

3. Mixa le fonti di calore

a. In base alla zona geografica o alla tipologia di abitazione, è conveniente usare diverse fonti di calore, così da sfruttare tutto l’anno il modo migliore per produrre energia con un’alta resa termodinamica ed economica.
b. Il nostro consiglio: i sistemi radianti – usando acqua a bassa temperatura - possono funzionare combinati con facilità a pompe di calore, caldaie a condensazione anche abbinate a pannelli solari termici e altri fonti energetiche. Il mix perfetto in base a ogni esigenza.

4. Fai manutenzione agli impianti

a. Fai controllare spesso che il tuo sistema “energetico” tutto funzioni alla perfezione: ogni piccolo malfunzionamento può essere la causa di un aumento di consumi.
b. Il nostro consiglio: con un sistema radiante i costi di manutenzione diminuiscono perché non ci sono elementi soggetti ad usura e tutto è protetto dal massetto in cui sono inserite le tubazioni dell’impianto.

5. Migliora il calore percepito

a. Vi sarà certamente capitato di camminare per la casa e sentire fresco. Probabilmente non è la temperatura effettiva, ma quella percepita a non trasmettere benessere.
Uno dei fattori discriminanti è che il calore non è diffuso in modo uniforme, ma tramite convezione d’aria. Inoltre un altro fattore penalizzante è l’umidità che può minacciare la salute di chi abita un ambiente a causa delle muffe.
Terzo fattore è il cattivo isolamento. Questo elemento genera grandi dispersioni, sprecando energia, denaro e comfort.
b. Il nostro consiglio: grazie al sistema radiante, non ci sono superfici fredde dando così la sensazione di benessere.
Con questo sistema si ha inoltre un risparmio di spazio con posizionamento ottimale dell’isolamento. L’impianto non è visibile o posizionato in zone errate, ma presente sotto la parete, il pavimento o il controsoffitto, fattore che incentiva l’ottimizzazione di questi spazi.

5 consigli utili da seguire, 5 buoni motivi per scegliere LOEX – leader nel riscaldamento e raffrescamento radiante.
 
 
20.09.2018
 
 
 
Mettetevi in contatto con noi!

Newsletter

Abbonati alla nostra newsletter per ricevere in anteprima informazioni sul risparmio energetico e rimanere sempre aggiornato sui nostri sistemi radianti.
 
 
 
Iscriviti ora